Opzioni chemioterapia nel linfoma Trattamento

Nel 2009 negli Stati Uniti, ci saranno circa 8.510 nuove diagnosi di linfoma di Hodgkin e 65,980 nuove diagnosi di linfoma non-Hodgkin. La chemioterapia è uno dei principali trattamenti per entrambi i tipi di linfoma. A causa del grande campo di applicazione del tema, questo articolo si concentrerà su linfoma. Ci sono una miriade di farmaci utilizzati nel trattamento della malattia, a seconda del tipo e dello svolgimento del cancro, ma i seguenti sono comunemente usati regimi chemioterapici nel linfoma.

Hodgkin

Ci sono vari regimi di chemioterapia per il linfoma di Hodgkin, e voi e la vostra squadra di trattamento sceglierà quello che meglio si adatta come il linfoma guarda al microscopio, i sintomi che avete presentato con e caratteristiche individuali. Un vecchio regime si chiama MOPP e contiene la droga mostarda azotata, vincristina, procarbazina e prednisone. Questo trattamento è stato trovato per essere meno efficace a una nuova combinazione, ABVD. Il trattamento ABVD contiene i farmaci doxorubicina, bleomicina, vinblastina e dacarbazina. Anche se questo trattamento è efficace in molti pazienti, per stadio avanzato Hodgkin, un regime chiamato escalation BEACOPP può essere utilizzato. Questo regime contiene più farmaci chemioterapici ed è composto da bleomicina, etoposide, doxorubicina, ciclofosfamide, vincristina, procarbazina, prednisone, e un farmaco chiamato Neupogen, che aiuta a costruire il sistema immunitario. Questo regime ha aumentato il tasso di sopravvivenza, ma provoca sterilità in quasi tutti i pazienti, e ha un elevato rischio di leucemia secondaria tardi.

Complicazioni di questi regimi chemioterapici possono includere nausea e vomito, tossicità polmonare e perdita di capelli. Il MOPP trattamento più anziani è stata correlata alla leucemia correlati al trattamento, ma dal momento che questa combinazione non è usato frequentemente, il tasso di questa complicanza è andato giù.

Linfoma non-Hodgkin

Linfoma non-Hodgkin può essere classificato come indolenti, o crescita lenta, o aggressivo. All'interno di questi gruppi sono molti diversi tipi di linfomi non-Hodgkin, ma le opzioni di chemioterapia generale saranno discussi qui. Per indolenti linfomi in fase iniziale, un regime di monoterapia come il rituximab farmaco può essere utilizzato, oltre che una combinazione di rituximab e un altro regime di chemioterapia, con o senza radioterapia diretto. Per dopo fase indolente non-Hodgkin, il trattamento standard è rituximab (R) e un altro regime chemioterapico. Alcuni regimi chemioterapici combinati per questi linfomi sono R-CVP (rituximab e ciclofosfamide, vincristina e prednisone) e R-CHOP (rituximab e ciclofosfamide, doxorubicina, vincristina e prednisone).

Per aggressivo linfomi non-Hodgkin, nelle fasi I e II, lo standard di cura in questo momento è di tre cicli di R-CHOP (di cui sopra) seguita da radioterapia diretto. Per le fasi III e IV, è utilizzato R-CHOP. Ci sono studi clinici che stanno sperimentando con diversi regimi chemioterapici per questi linfomi, e se volete sapere di più su studi clinici, è meglio chiedere al medico, che avrebbe conoscere le più recenti opzioni.

Complicanze e tossicità di questi farmaci chemioterapici possono includere perdita di capelli, febbre, nausea e vomito, brividi e basso numero di globuli bianchi, che può aumentare il rischio di infezione.

Altre opzioni

Gli studi clinici sono studi in cui nuovi trattamenti e farmaci sono studiati per valutare i loro benefici e l'efficacia nella lotta contro la malattia. Per vedere se si qualificano per partecipare a una sperimentazione clinica, o per scoprire se una sperimentazione clinica gioverebbe voi, è meglio parlare con il medico circa le opzioni e di saperne di più.