Le piante native americane usate come rimedi

Le piante native americane usate come rimedi


Decine di piante native americane sono stati utilizzati come rimedi per varie tribù degli indiani d'America. Nativi Americani utilizzati fiori, foglie, cortecce, radici ed erbe per lenire e curare i loro disturbi fisici. Tra questi ci sono le piante che sono stati utilizzati come rimedi medicinali per la bronchite, raffreddore, asma, febbre e diarrea. Le piante sono state utilizzate anche per curare le ustioni, mal di schiena e dolori muscolari.

Rimedi per Bronchite

Bloodroot stato usato per curare la bronchite cronica. Secondo Abigail Redmond di Wilkes University, è stato conosciuto come un antidolorifico ed utilizzato anche da indiani d'America per curare il mal di gola, reumatismi, asma, malattie polmonari, laringite, febbre, e verruche.

Le foglie della pianta artemisia sono stati bolliti e trasformato in un tè che è stato conosciuto per ridurre la gravità dei sintomi di bronchite e, a volte curarla.

Un tè fatto con le foglie della macchia creosoto è stato utilizzato in modo simile per la bronchite. Gli indiani Natchez fatto tè dalle radici pleurite bollite per espellere catarro e aiutare chi soffre di polmonite.

Rimedi per il raffreddore e asma

Secondo l'American Consiglio indiano Manataka, tabacco coniglio è una pianta originaria americano usato per curare la tosse, il raffreddore, l'influenza e l'asma. corteccia di ciliegio contiene acido prussico ed è stato usato per sopprimere la tosse. Il giallo, nero e ciliegia betulla contengono salicilato, così come pipsissewa e spirea. Questi erano tutti utili per alleviare i sintomi del raffreddore.

Gli oli volatili dal pino, cedro e balsamo di abete riduzione della congestione nel naso e polmoni, nonché il mentolo estratto da menta.

Rimedi per diarrea

Il Cherokee Messenger elenca non meno di sette piante autoctone americane che gli indiani americani usato per combattere la diarrea e il modo in cui li ha usati.

Le tribù di Ottawa e Chippewa bollito l'intero impianto di geranio per fare un tè per combattere la diarrea. Il Menominees utilizzato la corteccia interna del corniolo, che bollito, raffreddato e schizzata nel retto con una siringa retto di fortuna.

Tre tribù, Pawnee, Omaha, e il Dakota, bollito la corteccia della radice di lampone nero per calmare la diarrea. I Mohegans usato fermentato, anni maturi nero succo di ciliegia selvatica per la dissenteria. Un semplice tè delle radici mora era il trattamento preferito da nord indiani della California.

Rimedi per Burns, mal di schiena e febbre

fiori di cardo giallo-spine sono stati bolliti da tribù in uno sciroppo e applicati alle ustioni e piaghe sulla superficie della pelle per ottenere un effetto curativo.

Dolori, soprattutto nella parte posteriore, sono stati trattati con horsemint. Le foglie fresche sono state raccolte, schiacciati e terra prima di essere imbevuto di acqua fredda. Questo ha prodotto una bevanda che, secondo il Cherokee Messenger, è stato pensato per alleviare il mal di schiena, abbassare la febbre e ridurre corpo brividi.

Boneset bollito in un tè è stato considerato il miglior rimedio per la febbre e raffreddore. L'impianto di amamelide è stato anche bollito e il suo estratto strofinato sui muscoli doloranti per alleviare il dolore.

La radice interna del salice era spesso bollito dalle tribù in una bevanda altamente concentrato e ingerito per alleviare i brividi. La corteccia è stata preparata nello stesso modo per ridurre la febbre.