Trattamenti per tremori alle mani di Parkinson

Secondo la Michael J. Fox Foundation for Research Parkinson, tremore è uno dei quattro segni cardinali della malattia di Parkinson. Mentre non vi è alcuna cura per la malattia di Parkinson, ci sono molte opzioni di trattamento diverse che possono ridurre i vari sintomi della malattia. trattamenti efficaci per mano tremori includono diversi tipi di farmaci, nonché una procedura chirurgica chiamata stimolazione cerebrale profonda.

levodopa

Secondo l'Istituto Nazionale di Malattie Neurologiche e Stroke, dal momento che la malattia di Parkinson si verifica a causa di una mancanza di dopamina nel cervello, molti farmaci usati per trattare i sintomi del Parkinson lavorare aumentando i livelli cerebrali di dopamina. Uno di questi farmaci è levodopa, una sostanza che viene convertito in dopamina una volta che raggiunge il cervello. Levodopa è molto efficace nel trattamento di tremori alle mani e altri sintomi durante lo stato precoce di Parkinson. Levodopa può causare spiacevoli effetti collaterali, tuttavia, specialmente con l'uso a lungo termine. L'efficacia del farmaco tende a diminuire nel tempo.

agonisti della dopamina

Come spiega la Michael J. Fox Foundation per la ricerca di Parkinson, agonisti della dopamina sono farmaci che svolgono il ruolo della dopamina, senza bisogno di essere convertito in dopamina. Gli agonisti della dopamina non sono efficaci come levodopa nel trattamento dei sintomi del Parkinson, ma essi tendono a causare meno effetti collaterali del motore. Gli agonisti della dopamina possono essere utilizzati da soli o in combinazione con levodopa.

MAO B Inibitori e inibitori COMT

Secondo la Mayo Clinic, gli inibitori MAO B ed inibitori COMT trattare tremori alle mani e altri sintomi bloccando gli enzimi che degradano naturalmente verso il basso la dopamina e levodopa nel cervello. inibitori MAO B possono essere utilizzati da soli o con levodopa; inibitori COMT sono tipicamente utilizzati in combinazione con levodopa.

anticolinergici

Come la Michael J. Fox Foundation for Parkinson Research stati, anticolinergici sono farmaci che trattano principalmente il sintomo del tremore. Mentre anticolinergici possono essere molto efficace nel trattamento di tremori alle mani, ma possono anche causare effetti collaterali come allucinazioni e problemi di memoria. Per questo motivo, di solito sono utilizzati solo nei pazienti di età inferiore ai 70 anni che non sono affetti da ritardo mentale.

amantadina

Secondo la Mayo Clinic, amantadina, un farmaco antivirale, è talvolta usato come un trattamento a breve termine per i tremori della mano e altri sintomi durante la fase iniziale della malattia di Parkinson. Può anche essere usato per ridurre gli effetti collaterali della levodopa in persone con una forma avanzata della malattia di Parkinson.

Stimolazione cerebrale profonda

Secondo l'Istituto Nazionale di Malattie Neurologiche e Ictus, l'approccio chirurgico più comune per trattare i sintomi di Parkinson è la stimolazione cerebrale profonda, una procedura in cui gli elettrodi vengono impiantati in parti del cervello e poi collegate ad un generatore di impulsi che risiede nel petto. Sotto la direzione del generatore di impulsi, gli elettrodi stimolano certe parti del cervello, riducendo tremori mano e altri sintomi e diminuendo la necessità di trattamenti farmacologici. La procedura è più efficace in persone per le quali levodopa era inizialmente un trattamento efficace; di solito è considerato solo dopo trattamento farmacologico diventa inefficace o comincia a causare effetti collaterali debilitanti.