Usi medici di litio

Usi medici di litio


sali chimici contenenti litio elemento lungo sono stati di interesse per la comunità medica e sono stati un metodo principale di trattamento della depressione e mania per diversi decenni. Mentre i ricercatori ancora non sono completamente chiare su come litio funziona nel corpo, il suo uso nel trattamento bipolare ha notevolmente contribuito a ridurre l'elevato tasso di suicidi tra chi soffre di questa condizione. Litio può anche causare alcuni effetti collaterali pericolosi, però, quindi deve essere usato con cautela e sotto la stretta supervisione di medici professionisti.

Storia

Litio è stato probabilmente usato per scopi medici molto prima dell'elemento 1817 scoperta dal chimico svedese Johan August Arfwedson. medico greco Galeno pazienti quasi 2.000 anni fa prescritti che soffrono di mania di fare il bagno e di bere acqua in sorgenti alcaline, che probabilmente contenevano l'elemento. Dopo la sua scoperta, il litio è stato usato per trattare una serie di disturbi nel 1800: epilessia, diabete, insonnia, cancro e la gotta. Questi trattamenti produce pochi risultati, però. Nel 1940, medici raccomandati cloruro di litio come sostituto del sale per pazienti con livelli elevati di sodio, ma questo non è fatto a causa del rischio di avvelenamento di litio. E 'stato in quel periodo che lo psichiatra australiano John Cade ha iniziato a sperimentare con litio come trattamento di comportamento maniacale. Le prove hanno continuato attraverso il 1960, e il litio, infine, ottenuto l'approvazione della US Food and Drug Administration nel 1970.

Disturbo bipolare Usa

Litio oggi è utilizzato principalmente per aiutare i pazienti a gestire malattia maniaco-depressiva, conosciuta anche come il disturbo bipolare. Nelle forme farmaceutiche quali Eskalith o Lithobid, litio può ridurre il numero di stati maniacali e di depressione del paziente e può fare le occorrenze di questi stati meno gravi. Il farmaco offre ai pazienti un controllo più emotivo e una migliore capacità di far fronte ai problemi agendo sul sistema nervoso del corpo, secondo la Mayo Clinic. farmaci al litio richiede una prescrizione del medico e si presenta sotto forma di soluzioni, capsule, sciroppi e compresse.

usi secondari

Mentre il trattamento del disturbo bipolare rimane suo utilizzo primario, farmaci litio ha anche dimostrato di essere efficace nel trattamento di altre condizioni. I medici hanno utilizzato per il trattamento di pazienti con cefalea a grappolo, depressione e neutropenia, una condizione in cui il sangue ha un basso numero di globuli bianchi, secondo la Mayo Clinic. Inoltre è stato usato con successo in studi per trattare la sclerosi laterale amiotrofica, una malattia fatale progressiva caratterizzata dalla degenerazione dei neuroni motori. Inoltre, è stato utilizzato nel trattamento di alcune forme di eczema, secondo il British Medical Journal. Litio può essere utilizzato in combinazione con altri farmaci per trattare altri disturbi psicologici, come la schizofrenia.

Effetti collaterali

Effetti indesiderati comuni di utilizzo di litio includono un aumento del livello di sete, minzione più frequente o di una perdita di controllo della vescica, lieve nausea e lievi tremori nelle mani. Meno frequentemente, l'uso di litio può causare eruzioni cutanee, spasmi muscolari e gonfio, pieno sensazione allo stomaco. Fino al 80 per cento degli utenti di litio per il disturbo bipolare non subire effetti collaterali importanti, però. Un sovradosaggio di litio è tossico. I primi segni di una dose eccessiva di litio comprendono diarrea, nausea o vomito, difficoltà a parlare, tremori e sonnolenza.

limitazioni

Nonostante la sua efficacia, il litio non è progettato per l'uso a lungo termine nel trattamento del disturbo bipolare. In particolare, l'uso prolungato di litio è dannoso per i reni. Anche può interrompere la funzione della tiroide e può causare un aumento di peso. Anche se il litio non è un farmaco dipendenza, una brusca fine al dosaggio di litio può causare i sintomi che aveva in cura per tornare rapidamente. I medici raccomandano invece una graduale riduzione di utilizzo di litio, nel corso di diverse settimane o, preferibilmente, mesi.