Che cosa è Fase II cancro alla prostata?

Il cancro della prostata è caratterizzata da moltiplicazione dilagante delle cellule che rivestono la prostata. Si tratta di una forma di cancro comune che colpisce gli uomini, con circa 190.000 casi diagnosticati ogni anno negli Stati Uniti. Il cancro della prostata è diviso in quattro fasi: Fase I (tumore è limitato alla ghiandola prostatica), fase II (cancro è limitato alla prostata, ma colpisce i linfonodi), fase III (cancro colpisce i tessuti vicino alla prostata) e fase IV (tumore si è diffuso ad altre parti del corpo).

La diagnosi di fase II cancro alla prostata

I metodi diagnostici utilizzati sono simili per tutti gli stadi del cancro alla prostata e comprendono l'ecografia, la biopsia della prostata, un esame fisico o di un esame rettale digitale (DRE) in cui un medico inserisce un dito guantato per verificare la presenza di anomalie.

Segni e sintomi

Dolore durante la minzione, minzione interrotto, flusso di sangue attraverso le urine e dolore estremo nella schiena e fianchi sono i sintomi più comuni di cancro alla prostata di fase II.

Opzioni di trattamento

Non esiste una cura completa per il cancro della prostata di fase II, ma vari trattamenti vengono impiegati per controllare la proliferazione delle cellule maligne. La rimozione chirurgica delle cellule tumorali è uno dei più comuni trattamenti. Dopo l'intervento chirurgico, potrebbe essere raccomandato la chemioterapia e la radioterapia.

Lasso di tempo

Arco temporale per trattamenti varia, a seconda della metastasi delle cellule maligne. La maggior parte dei pazienti sono esposti a sessioni di radioterapia due o tre volte alla settimana per circa un mese, mentre le sessioni di chemioterapia si verificano una volta ogni tre settimane per tre o quattro mesi.

Prevenzione

La Mayo Clinic riporta che smettere di fumare e di bere e di evitare l'esposizione al sole e di inquinanti ambientali sono alcuni dei passi che si possono adottare per prevenire il cancro.