L'angiogenesi e la crescita tumorale

Tutti i tessuti, inclusi i tumori, hanno bisogno di ossigeno e sostanze nutritive per la crescita e la sopravvivenza. I tessuti creano e sostituiscono i vasi sanguigni come necessario, ma il processo è regolata da una complessa cascata di enzimi e segnali chimici. Una caratteristica distintiva delle cellule tumorali è la loro capacità di ignorare i controlli normali che limitano la produzione di angiogenesi, o dei vasi sanguigni. Senza restrizioni alla sua capacità di fornire essa stessa con sostanze nutritive, il tumore cresce e metastatizza.

Che cosa è Angiogenesi

L'angiogenesi è la formazione di nuovi vasi sanguigni. I vasi sanguigni trasportano sostanze nutritive e ossigeno ai tessuti durante la rimozione di biossido di carbonio e rifiuti metabolici. L'angiogenesi è coordinato con la crescita dei tessuti ed è regolato da una serie di fattori di crescita costituiti di proteine ​​ed enzimi.

L'angiogenesi e la crescita tumorale

I tumori devono creare un apporto di sangue indipendente per alimentare la crescita incontrollata e metastasi delle cellule tumorali. Senza la capacità di formare nuovi vasi sanguigni, dimensioni del tumore sarebbe limitato a 2 mm. I tumori esprimono i fattori di crescita che stimolano il processo angiogenetico.

Il processo di angiogenesi

Creazione di vasi sanguigni è un processo complesso. I fattori di crescita prodotte dal tumore entrano limitrofo tessuto e si legano ai recettori situati sui vasi sanguigni esistenti, secondo la Fondazione Angiogenesi. cellule superficiali attivati ​​dai recettori inviano segnali chimici al nucleo della cellula, che rilascia enzimi che dissolvono la membrana basale, o un rivestimento che circonda i vasi sanguigni. Le cellule dei vasi sanguigni dividono e migrano attraverso gli spazi creati dagli enzimi verso il tumore, formando un germoglio. Altri enzimi sul tumore dissolvono il tessuto davanti al germoglio come cresce verso il tumore. Come il germoglio estende, le cellule rotolo per formare un tubo. Le cellule muscolari formano per supportare il nuovo vaso sanguigno, il completamento del processo.

inibitori dell'angiogenesi

inibitori dell'angiogenesi interrompere la cascata con l'intento di arrestare o rallentare la crescita del tumore. Questi agenti non attaccano le cellule tumorali direttamente. Tre classi di inibitori ciascuno incentrato su un aspetto diverso del processo. Metalloproteinasi della matrice (MMP) inibitori interferiscono con l'azione degli enzimi che dissolvono la membrana basale. inibitori di cellule endoteliali impediscono la divisione dei vasi sanguigni che poi migrano verso il tumore. La terza classe, chiamati inibitori dell'angiogenesi di attivazione, interrompe la cascata angiogenesi. Bevacizumab (Avastin) è l'unico inibitore di attivazione angiogenesi approvato dalla Food and Drug Administration per il trattamento del cancro.

Ricerca futura

inibitori dell'angiogenesi hanno un modesto effetto sulla sopravvivenza quando usato per pazienti con alcuni tipi di tumori avanzati, secondo il National Cancer Institute. Questi agenti sono in fase di studio per l'utilizzo in precedenti fasi di cancro. I tumori tendono a sviluppare una resistenza agli inibitori dell'angiogenesi, tuttavia, e aumentare la produzione di fattori di crescita non interessati dalla inibitore dell'angiogenesi specifico utilizzato.