Prevenzione Haemophilus influenzae

Secondo l'Università della Virginia Health System, Haemophilus influenzae (H. influenzae) è un gruppo di batteri che possono causare infezioni e polmonite. E 'generalmente contratta per neonati e bambini piccoli, invece, gli adulti ottengono, anche. Un ceppo più grave, H. influenzae di tipo b, è impedito attraverso una serie di vaccinazioni somministrato a neonati e bambini di età inferiore a 5. Il Dakota del Nord Dipartimento della Salute raccomanda non esiste un vaccino per H. influenzae non di tipo b.

Immunizzazione

L'Università della Virginia offre una linea del tempo per guidare l'utente nel determinare quando il bambino dovrebbe essere immunizzato per H. influenzae tipo B: "Il primo vaccino ricevuto a 2 mesi di età e le due dosi successive sono dato a circa 4 mesi e 6 mesi. un richiamo è poi dato tra i 12 ei 15 mesi di età. Se un bambino non ha ricevuto il vaccino ed è più vecchio di 5 anni, non può essere necessario per loro di essere immunizzati ". Consultare il proprio consulente medico sulle vaccinazioni per i vostri bambini.

Trasmissione

Secondo Merck, H. influenzae può essere trasmessa attraverso l'aria, dai fluidi corporei di contatto e diretto. È possibile inalare le goccioline da un colpo di tosse o starnuto e infettarsi. Se il membro della famiglia è stato infettato e si tocca o si viene a contatto con il fluido corpo del familiare, i batteri possono diffondersi. Il Dakota del Nord Dipartimento della Sanità avverte che le infezioni H. influenzae sono diffuse fino a quando i batteri è presente. Una volta che si inizia a prendere antibiotici, è possibile diffondere i batteri per altri 24 a 48 ore.

Prevenzione

Diversi tipi comuni di H. influenzae si verificano nei bambini e negli adulti, come ad esempio dell'orecchio medio (otite media), infiammazione oculare (congiuntivite) e le infezioni sinusite. Essi non sono in pericolo di vita e di solito sono trattate con antibiotici, una volta che si verifichino.

Se si ottiene un infezione agli occhi, come occhio rosa, il Dipartimento del Nord Dakota della Salute raccomanda le seguenti precauzioni per prevenire la diffusione di batteri: lavarsi le mani prima e dopo aver toccato gli occhi, la bocca e il naso e sanificazione oggetti come maniglie delle porte, tavoli, telefono , giocattoli e coperte.

Nel suo articolo AZ guida su infezioni dell'orecchio, il Dr. Allan Greene ti ricorda che anche se una infezione dell'orecchio medio non è contagiosa, di solito il risultato di una infezione delle vie respiratorie superiori, che è contagiosa. Egli suggerisce ridurre l'esposizione del bambino ai batteri orecchio-infettare mantenendo i vostri figli e familiari da piccole stanze chiuse in cui altri bambini o persone che possono avere infezioni delle vie respiratorie superiori sono presenti. Inoltre, egli raccomanda frequente lavaggio delle mani e giocattolo lavaggio come misure preventive, circolazione di aria fresca e l'utilizzo di filtri HEPA.

L'Istituto Nazionale di allergie e malattie infettive (NIAID) afferma che la maggior parte delle persone porto batteri come Haemophilus influenzae nella loro naso e della gola e non si ammalano. Quando si ottiene un raffreddore, la pressione da sniffing e soffia il naso, oltre a infiammazione e accumulo di muco, contribuiscono al movimento e la crescita dei batteri nel vostro seni e può causare la sinusite acuta. Allergie causano una reazione simile. Si può essere in grado di ridurre al minimo l'impatto sui vostri seni utilizzando spray salino e / o un deumidificatore per mantenere i seni umido.

La meningite e epiglottite sono di tipo B infezioni e può essere pericolosa per la vita. Greene suggerisce di utilizzare gli antibiotici come misura preventiva se si viene a contatto con un individuo con queste forme di H. influenzae.