La storia della terapia antiretrovirale

Siamo ancora molto in balia dei retrovirus. Dal apparentemente invincibile HIV per gli agenti patogeni cancerogeni, milioni continuano a barcollare sull'orlo della morte per retrovirus. Eppure, nonostante le sfide continue, c'è molto da essere incoraggiato circa, soprattutto quando si tratta di progressi nella terapia antiretrovirale.

Che cosa è un retrovirus?

Un retrovirus è classificato come un virus che si attacca alla cellula ospite e trascrive suo genoma RNA virale nel DNA cellulare. Il risultato è la cellula ospite e il virus diventare uno, il che rende difficile per la normale risposta immunitaria per combatterlo. Inoltre, invece di uccidere la cellula quasi subito dopo aver iniettato il suo materiale genetico, come è il caso di molti virus a DNA, il retrovirus può vivere come parte dell'ospite per un periodo prolungato di tempo. Così la persona infetta con un retrovirus potrebbe vivere per un certo tempo senza provare alcun sintomo di forza e poi improvvisamente si ritrovano completamente sopraffatto. Questo è il caso con il virus dell'immunodeficienza umana. Solo dopo un lungo periodo di incubazione fanno i sintomi della sindrome da immunodeficienza acquisita si manifestano.

Storia precoce di HIV / AIDS

Poiché l'infezione da HIV e l'insorgenza di AIDS è una questione così importante, ogni discussione della terapia antiretrovirale sarà necessariamente centrare sui trattamenti specifici per la malattia.
Mentre gli scienziati sono stati in grado di identificare le infezioni da HIV nel lontano 1950, l'epidemia attuale di infezioni non si è verificato fino alla fine del 1970 ed è andato in gran parte inosservato fino ai primi anni 1980. Al pensato prima ad essere isolato all'interno della popolazione maschile omosessuale, si è poi scoperto che la malattia aveva avuto origine in Africa occidentale e che l'intera popolazione era a rischio. HIV sopprime il sistema immunitario delle persone infette, alla fine arrivare al punto in cui le infezioni lievi, come l'influenza può portare a polmonite e altre malattie mortali.
Nonostante essere catturati relativamente alla sprovvista nei primi anni 1980, la comunità medica e scientifica, insieme a borse di ricerca forniti da governi e organizzazioni di tutto il mondo, sono stati in grado di isolare il virus specifico che causa l'AIDS, e quindi iniziare a produrre trattamenti efficaci.

I progressi storici di terapia antiretrovirale

Alcuni risultati specifici nella storia della terapia antiretrovirale da parte attinente agli aiuti:
-Nel 1983 l'Institut Pasteur in Francia scopre il virus HIV e lo collega a causa dell'AIDS. Questo è seguito da una richiesta simile fatta dal medico statunitense Robert Gallo nel 1984.
-Nel 1985, la FDA ha approvato il primo test degli anticorpi HIV, permettendo scorte di sangue e gli individui a essere sottoposti a screening per l'infezione.
-Nel 1987, il primo farmaco antiretrovirale FDA ha approvato l'AZT debutta. Ha segnato anche l'anno in cui i preservativi in ​​lattice dove trova ad essere efficace nel prevenire la trasmissione del virus attraverso i rapporti sessuali, un passo importante nel ridurre i tassi di infezione.

-1.991-93 Ha visto l'introduzione di farmaci inibitori della trascrittasi, che hanno contribuito a sopprimere la trascrizione di RNA virale nelle cellule sane.
-In 1995-1996, una nuova classe di farmaci chiamati inibitori protese sono stati approvati. Questi abbassato la quantità di carica virale all'interno del flusso di sangue, riducendo al minimo l'insorgenza dell'AIDS.

Il trattamento attuale ed effetti

L'avvento di ulteriori inibitori della proteasi alla fine del 1990, ha portato al metodo "tripla cocktail" del trattamento antivirale che unisce fino a tre farmaci antiretrovirali a seconda della particolare fase di infezione, al fine di sopprimere l'HIV. Purtroppo, la combinazione di farmaci e la potenza dei farmaci stessi possono causare moderata a gravi effetti collaterali come diarrea, perdita di sensibilità cifre e dolore muscolare.
Ancora, con il corretto accesso ai farmaci, molte persone con infezione da HIV sono ora in grado di vivere per lunghi periodi di tempo senza mai sviluppare l'AIDS e il pericolo di vita complicazioni che vanno con esso. Anche per quelli già sperimentando l'AIDS, la terapia antiretrovirale può prolungare l'aspettativa di vita oltre la media di un anno.

Altre applicazioni di terapia antiretrovirale

Oltre ad essere efficace nel sopprimere l'HIV, i farmaci antiretrovirali hanno sviluppato per la lotta contro l'AIDS sono sempre più utilizzati per il trattamento di altre malattie che colpiscono il sistema immunitario o sono causate da retrovirus.

Polcies attuali per il trattamento dell'HIV / AIDS

Oltre a continuare la ricerca sulle migliori farmaci antiretrovirali, l'attenzione della sanità pubblica su HIV / AIDS sta anche nella prevenzione e la ricerca di un vaccino. Nonostante le promesse e le speranze di tornare al 1980, non resta nessun vaccino noto efficace contro l'HIV. Gran parte l'attivismo che circondano l'HIV / AIDS è diretto verso rendere farmaci antiretrovirali a disposizione dei paesi in via di sviluppo a prezzi che la persona media infetta può permettersi.