Le erbe per trattare la malattia di Peyronie

Le erbe per trattare la malattia di Peyronie


malattia di Peyronie è una condizione sfavorevole in cui una crescita delle placche fibrose accumula nei tessuti molli del pene. Questo può portare una curvatura del pene, dolore e difficoltà nel rapporto sessuale. Mentre non vi è alcuna cura per Peyronie, ci sono più mezzi chirurgici o medici che possono essere utili, ma sono visti come ultima risorsa. Ci sono alcuni rimedi a base di erbe che possono essere in grado di contribuire a ridurre o alleviare i sintomi. Consultare il proprio medico ai primi segni di questa condizione e prima di aggiungere supplementazione.

Storia

La malattia è stata notata la prima volta nei primi anni del 16 ° secolo ed è stato ufficialmente nominato dal medico François Gigot de Peyronie nel 1743. Ha descritto il paziente come avendo "rosario di tessuto cicatriziale a causare una curvatura verso l'alto del pene durante l'erezione." Come ancora non vi è stata alcuna cura trovato per la condizione.

Sistema circolatorio

La cosa migliore è quella di trattare i principali sintomi della malattia invece di confidare una cura non dimostrata. Qui ci sono alcune erbe per il trattamento di un sistema circolatorio stagnante, che potrebbe aver causato il vostro pene accumulo di placca. Ginkgo biloba è ben noto per la sua capacità di migliorare la circolazione in tutto il corpo. Prova a prendere 40 mg di Ginkgo biloba tre volte al giorno. ginseng siberiano può contribuire a stimolare la circolazione del corpo oltre a migliorare la funzione del pene. Prendere una dose di 300 mg ogni giorno per 6 settimane alla volta. Prendere 40 gocce di tintura a base di mirtilli tre volte al giorno per migliorare la circolazione e la forza nelle vene e capillari. Questi rimedi possono essere acquistati presso un negozio di alimenti naturali e possono essere utilizzati tutti allo stesso tempo.

Rimozione del corpo Plaque

Poiché è la formazione della placca nel pene che porta a Peyronie, ci può essere una correlazione per rimuovere la placca arteriosa e un miglioramento della Peyronie. Qui ci sono alcune erbe che possono aiutare in questo sforzo. Il biancospino erba può aiutare con la rimozione di blocchi di placca allargando i vasi sanguigni. Prendere un supplemento di biancospino in una dose da 150 mg tre volte al giorno. Equiseto può migliorare la rimozione della placca attraverso il rafforzamento delle pareti delle arterie e le vene del corpo. E 'anche ricca di silice, che è alla base del rimedio omeopatico di un Peyronie (si veda la Sezione 4). Prendere un tè alle erbe equiseto una volta al giorno con 2 g di equiseto per ogni tazza di tè. Anche se non un'erba, il Q10 vitaminlike coenzima è estremamente importante in quanto può rafforzare le vene e pulire la targa accumulata. Prendete una dose da 100 mg al giorno. Queste sostanze possono insieme cominciare a liberare la placca dal corpo e possono essere presi insieme con le erbe nella sezione 2.

Rimedi omeopatici

Durante il trattamento con gli altri rimedi a base di erbe (che possono essere presi tutto il tempo che desidera con l'eccezione di ginseng), si può anche utilizzare rimedi omeopatici per migliorare la vostra condizione. Due rimedi che si dice per aiutare la malattia di Peyronie sono silice e acido fluoridrico. C'è stato molto poco documentate prove di questi due trattamenti omeopatici in relazione al Peyronie, ma poiché non vi è quasi nessuna possibilità di danno con un rimedio omeopatico, vale la pena un colpo. Prova il due di loro insieme ad una bassa potenza di 3x (dove x è pari a 10 volte la potenza omeopatica standard) per 2 settimane e poi fermarsi e aspettare di vedere se ci sono risultati. Secale può essere un altro rimedio utile in quanto aiuta lenta circolazione e coaguli di sangue. Prova una piccola dose di 6x o meno tre volte al giorno e vedere se i sintomi migliorano.

avvertimento

Ci sono molte richieste su Internet di guarire Peyronie. Un sito web in particolare, la malattia di Peyronie Istituto Il, si presenta come una truffa da cima a fondo. Non fidarsi di queste affermazioni se non si ha l'appoggio del vostro medico.